Coronavirus: la situazione nel mondo

Negli Stati Uniti torna a crescere il numero delle vittime per coronavirus: sono state 2.494 in 24 ore, contro le 1.258 del giorno precedente, secondo la Johns Hopkins University. Dati che portano il totale dei morti a 53.511, con 936.293 casi di contagio. E nel Paese continua anche la polemica scaturita dalle affermazioni del presidente Donald Trump che giovedì, appoggiando le teorie di un autoproclamato predicatore, aveva invitato i cittadini a curare il coronavirus con iniezioni di disinfettante. Parole che avevano portato gli scienziati a definirlo “un pericolo per la salute pubblica”. E il New York City’s Poison Control Center fa sapere che, nelle ore successive alle parole del tycoon, sono aumentati considerevolmente i casi di intossicazione segnalati.

Spagna – Secondo i dati del ministero della Sanità, nel Paese si registrano 207.634 casi, mentre le persone guarite sono 98.731. Il picco dei decessi è stato raggiunto il 2 aprile scorso con 950 vittime in 24 ore.

Germania – La Germania ha registrato almeno 154.163 casi di infezione da coronavirus e 5.644 morti, secondo un conteggio effettuato dall’agenzia Dpa aggiornato a questa mattina. Nelle precedenti 24 ore erano stati registrati oltre 152.400 casi e 5.461 decessi. Il Robert Koch Institute di Berlino (Rki), la massima autorità epidemiologica in Germania, ha stimato che ad oggi circa 112.000 persone sono già guarite dall’infezione, 2.200 in più rispetto a ieri.

Francia – Sono 22.856 i morti in Francia legati all’epidemia di Covid-19 e contati negli ospedali, nelle case di riposo e negli istituti per disabili. Nelle ultime 24 ore si è registrato il minimo di morti negli ospedali, 152. Stabili i ricoverati (28.217, 5 meno di ieri), mentre per la seconda settimana consecutiva scende il numero dei pazienti affetti da Covid-19 che hanno bisogno del reparto di rianimazione: 4.682, con un calo di 43 pazienti in 24 ore.

Gran Bretagna – Altre 413 persone sono morte nelle ultime 24 ore a causa del coronavirus negli ospedali della Gran Bretagna portando il totale delle vittime a 20.732. Si tratta dell’aumento giornaliero più basso dalla fine di marzo.

Leave a comment